CROCIERE SUL NILO
Storia, cultura, divertimento

Crociere sul Nilo EgittoIn pochi luoghi al mondo così come in Egitto, una caratteristica geografica ha determinato tanto lo sviluppo di un popolo. Il Nilo non solo ha rappresentato la via più  rapida di comunicazione tra il mare e i territori dell'interno, ma è stato ed è tuttora fonte stessa di vita per gli abitanti della regione: Le crociere sul Nilo sono il modo migliore e più rilassante per visitare questi luoghi, si svolgono per lo più nel tratto tra Luxor e Aswan. Qui il fiume è interrotto dalla grande diga che ha elevato il livello del fiume di circa 60 metri e ha dato origine ad un immenso bacino artificiale, il lago Nasser. Sono generalmente proposte in due soluzioni, la crociera abbinata alla visita al Cairo, oppure la sola crociera.

Crociere Nilo CairoIL CAIRO
Fondata dagli Arabi nel VII secolo, col nome di Fustat, nel punto in ui il Nilo si allarga a ventaglio a formare un grande delta, Il Cairo -o El Qahira, la Vittoriosa, come la chiamarono i Fatimidi quando la eressero a loro capitale, nel 969 - è da mille anni il cuore della vita egiziana. Una megalopoli che con i sobborghi comprende oltre 16 milioni di abitanti e si estende  ampiamente non solo lungo la riva destra del fiume, raggiungendo Heliopolis a nord-est, ma anche a sinistra e sulle isole, valicando il Nilo su quattro grandi ponti. La città ha due punti nevralgici: la Ataba e la Azhar, le più antiche vie del Cairo, e il grande bazar di Khan El Khalili, uno dei mercati più affascinanti del mondo. Anche senza fare acquisti, non si può mancare una visita nell'intrico di vie e vicoli pieni di negozi e bancarelle, laboratori artigianali nascosti in corti e cortili che sembrano perdersi all'infinito: un indescrivibile insieme di odori, colori, voci che creano un'atmosfera unica. Poi c'è il Museo Egizio, il più importante del mondo per l'abbondanza e il  valore dei suoi reperti e contiene, tra l'altro, il tesoro trovato nella tomba del faraone Tutankhamon, divenuto famoso proprio perché è stato l'unico di cui si è potuto trovare intatto il corredo funerario.

Giza - Crociere sul NiloGIZA
Basta spingersi per qualche chilometro oltre il centro abitato, verso il deserto, per trovarsi in un'atmosfera completamente diversa: a Giza, dove la mole maestosa delle tre piramidi di Khefren, Kheope e Micerino, faraoni della IV dinastina, e la sagoma leonina della Sfinge dominano incontrastate. Le tre grandi tombe risalgono all'epoca della IV Dinastia (circa 2500 a.C.). La maggiore è quella di Kheope, alta 137 metri. La Sfinge, blocco monolitico unico corpo di leone e testa umana, riproduce le fattezze del faraone Khefren, di cui avrebbe dovuto vegliare la tomba. Sono l'unica delle "sette meraviglie" del Mondo Antico ad essere sopravvissuta fino ai giorni nostri.

LUXOR
Per oltre mille anni la capitale egiziana fu Tebe, divenuta tale dopo Memphis, con i faraoni della X dinastia. La disposizione urbanistica della città era ben definita: a est, dove sorge il sole, la città dei vivi; a ovest del Nilo, dove il sole tramonta, la terra dei morti, la valle che ospita tombe e ipogei dei faraoni. Oggi, nell'attuale Luxor, della città dei vivi rimangono due complessi monumentali: quello di Luxor, edificato da Amenhotep III (XVIII dinastia) e quello di Karnak, a 3 km dal centro, con i templi di Seti II e di Ramsete II (XIX dinastia). Entrambi sono dedicati al dio Amon, padre di tutti gli dei, ed entrambi sono "templi dinastici" frutto cioè di progressive edificazioni e aggiunte dei faraoni succedutisi, al governo del regno. Ancora più strabilianti sono le tombe dei faraoni della XVIII e XIX dinastia, nella Valle dei Re. Ognuno di tali monumenti doveva servire alla celebrazione di una sola persona: dagli ipogei, alle mastabe, alle piramidi, immensi tesori venivano spesi per preservare il "Ka" del faraone, cioè la sua anima. Basti pensare al corredo funerario in oro massiccio di Tutankhamon, rinvenuto fortunatamente intatto e oggi conservato al museo del Cairo; o alla scenografica e imponente struttura del tempio di Hatshepsut a Deir el Bahari; o ancora alle statue colossali dei vari faraoni (sui quali troneggia Ramsete II) che adornano i templi.

ASWAN
Un tempo, la ricchezza di Aswan dipendeva dall'abbondanza di granito rosso che serviva alla costruzione degli obelischi. In anni più recenti Aswan ha assunto fama mondiale con la costruzione della Nuova Diga (1960-64), colossale sbarramento contro la dispersione della preziosa acqua del Nilo divenuto l'enorme dinamo dell'Egitto. Per secoli Aswan fu particolarmente apprezzata per il suo clima mite e per le proprietà terapeutiche di certe sabbie. Per questo il terzo Aga Khan (1877-1957) vi costruì una villa e decise di farsi erigere l'ultima dimora, un imponente mausoleo che domina dall'alto il fiume. Anche ad Aswan è il Nilo l'epicentro della vita cittadina: ne sono testimonianza il Nilometro, una lapide in marmo che riporta, in antica scrittura demotica, le misurazioni relative al livello dell'acqua; e in epoca attuale lo spostamento di 18 templi (come quello di Philae) divenuto necessario quando, con la costruzione della Nuova Diga, i siti su cui originariamente sorgevano tali monumenti vennero a trovarsi sotto le acque del fiume.

Abu Simbel - Crociera sul Nilo EgittoABU SIMBEL
Testimonianza delle straordinarie capacità architettoniche degli Egizi e dell'alta tecnologia dei giorni nostri, i due templi di Abu Simbel sorgono a 280 km circa a sud di Aswan, ultimo baluardo della civiltà in Alto Egitto prima del confine con il Sudan. Minacciati di venire sommersi dopo la costruzione della grande diga sul Nilo, furono smontati in blocchi di 30 tonnellate e ricostruiti più in alto al di sopra del livello delle acque che hanno formato il grande lago Nasser, nel rispetto non solo dell'architettura originaria ma anche dell'orientamento dei templi l'uno con l'altro e di entrambi verso il sole. Il grande tempio di Ramsete è affiancato da un altro più piccolo, detto "della dea Hator" e dedicato alla sposa del faraone, Nefertari. Entrambe le costruzioni, scavate nella roccia, furono realizzate da Ramsete II e offrono una presenza quasi "invadente" del faraone: la sua effigie appare infatti sulle quattro colossali statue che troneggiano all'entrata del tempio principale e su altre quattro delle sei antistanti il tempio di Hator, oltre che in moltissime raffigurazioni all'interno.


Le nostre proposte di crociere sul Nilo sono operate dai principali tour operator:

Crociere Nilo Alpitour Crociere Nilo Alpitour
Crociere Nilo Best Tours Crociere Nilo Best Tours
Crociere Nilo Francorosso Crociere Nilo Francorosso
Phone&Go Crociere Nilo Phone & Go
Crociere Nilo Rallo Crociere Nilo Rallo
Crociere Nilo Tui Crociere Nilo Tui
Crociere Nilo Turisanda Crociere Nilo Turisanda
Crociere Nilo Turchese Crociere Nilo Viaggi del Turchese

Clicca quì e vedi le navi che effettuano crociere sul Nilo

Crociere Nilo Crociere Nilo Crociere Nilo Egitto Giza Piramidi Faraoni Cairo Abu Simbel Crociere Nilo Egitto Giza Piramidi Faraoni Cairo Abu Simbel Crociere Nilo Egitto Giza Piramidi Faraoni Cairo Abu Simbel Crociere Nilo Egitto Giza Piramidi Faraoni Cairo Abu Simbel Crociere Nilo Crociere Nilo


Oppure contattaci telefonicamente in orario di ufficio 


Crociereonline - Centro Prenotazioni Crociere